Get Adobe Flash player

i nostri Partner

il centro PhysioMES

  • 01.jpg
  • 03.JPG
  • 5.JPG
  • 05.JPG
  • 6.JPG
  • 07.JPG
  • 7.JPG
  • 8.JPG
  • 9.JPG
  • 09.JPG
  • 11.JPG
  • 13.JPG
  • 15.JPG
  • 17.JPG
  • 19.JPG

Terapie manuali

Mulligan concept

foto mulligan concept

Brian Mulligan ha introdotto, negli anni ’70, l’uso della tecnica delle mobilizzazioni con movimento che consiste nel riposizionamento articolare passivo combinato con il movimento attivo del paziente.

Tale tecnica viene utilizzata per il recupero del range articolare di tutte le articolazioni periferiche e spinali, e per ridurre la sintomatologia dolorosa peri articolare, ottenendo un recupero immediato della funzione lesa.

Le tecniche utilizzate da Mulligan sono tecniche senza dolore e prevedono sia una componente di mobilizzazione passiva, sia una attiva.

Due possono essere i problemi che causano dolore e perdita di movimento nelle articolazioni:

a) Un errore posizionale delle superfici articolari che causa la comparsa dei sintomi

b) Un errore di traiettorie per cui durante il movimento le superfici articolari non scorrono nel corretto e normale solco.

Il trattamento consiste nel riposizionamento articolare passivo della zona coinvolta mentre il paziente esegue il movimento attivo

La componente di mobilizzazione passiva eseguita dal terapista e’ parallela o ad angolo retto rispetto alle superfici articolari e deve essere mantenuta mentre il paziente esegue il movimento attivo. 


Mc Connell

 

Jenny McConnell è una fisioterapista australiana che ha condotto numerosi studi su diverse disfunzioni muscolo-schletriche, mettendo a punto una tecnica che si basa sulla valutazione, mobilizzazione del segmento preso in considerazione e sull’applicazione di particolari tape che riposizionano l’articolazione trattata, facendo in modo che i benefici del trattamento siano più duraturi e sicuramente efficaci.

Il riposizionamento non è semplicemente un aspetto statico, ma il segmento corporeo che viene riposizionato fa si che si abbiano imput propriocettivi e soprattutto riacquista il suo normale e fisiologico movimento.

Il tape viene utilizzato anche sui muscoli, attraverso il quale si riesce ad avere l’inibizione di muscoli iperattivi, l’attivazione di quelli poco utilizzati, ridando al movimento un aspetto dinamico e fisiologico.


 

Neurodinamica clinica

foto neurodinamica clinicaLa Neurodinamica di Michael Shacklock è un insieme di tecniche di mobilizzzione del tessuto nervoso, attraverso le quali si ottiene uno scivolamento del nervo che produce un ripristino della funzione lesa.

Attraverso questa tecnica, il Terapista riesce a distinguere se il problema del paziente è un problema di origine muscoloscheletrico, oppure esiste una componente neurale, facendo in modo di capire qual è il giusto piano di trattamento.

Con la neurodinamica è possibile trattare pazienti con problemi di diversa origine, valutando l’interfaccia che provoca la compressione e valutando, attraverso test standard, il grado di irritabilità del tessuto nervoso, così da pianificare il corretto trattamento.

 


Massaggio connettivale

massaggio connettivaleÈ una tipologia di massaggio che, mediante la stimolazione meccanica della pelle e del tessuto connettivo sottocutaneo, esercita un'azione in via nervosa riflessa mediata da attività spinali ed encefaliche in grado di ridurre o eliminare disturbi funzionali di organi interni e di organi dell'apparato locomotore (disturbi della sensibilità al dolore, della regolazione della temperatura corporea, della postura e dei movimenti).

 

 


Massaggio sportivo

massaggi sportivo 2È il massaggio specifico per le attività agonistiche, in cui si possono avere grosse sollecitazioni di muscoli, tendini e articolazioni. In base all’obiettivo, si distingue in:

  • pre-gara ossia di preparazione al gesto atletico (con manualità elasticizzanti e vascolarizzanti);
  • post-gara che mira a velocizzare al massimo il recupero fisico dopo lo sforzo muscolare (con azione drenate, defaticante e miorilassante ossia di decontrazione muscolare);
  • infra-gara che utilizza manualità del massaggio pre-gara e post-gara in base alle caratteristiche fisiologiche dell'atleta e dell'attività sportiva.

Kinesiotaping

kinesiotapeE’ una tecnica basata sul processo di guarigione naturale del proprio corpo, attraverso l'attivazione dei sistemi circolatori e neurologici. Aiuta a ridurre l'infiammazione, il dolore, la fatica e il dolore muscolare; correggere la postura; riduce la possibilità di infortuni.

Consiste in un bendaggio adesivo elastico con effetto terapeutico bio-meccanico ed effetti fisiologici:

  • ripristina la giusta tensione muscolare, facilitando o inibendo la contrazione
  • provoca delle convoluzioni sulla pelle che sollevandosi favoriscono il drenaggio linfatico
  • riduce la pressione e l'irritazione sui recettori cutanei, grazie ad un riequilibrio della attività linfatica, riducendo il dolore 
  • corregge e allinea l'articolazione tramite il recupero della funzione e della fascia muscolare

 

Linfodrenaggio

linfodrenaggioÈ una tecnica che consente il riassorbimento della linfa dall’interstizio e favorisce, successivamente, il suo reflusso verso la principale stazione linfatica. Consiste in una serie di prese ad ampia superficie d’appoggio - circolari e nello stesso momento diretti verso la corrente centripeta (verso il cuore) nei vasi linfatici – che stimolano l’automatismo muscolare dei vasi linfatici (contrattilità linfovasale).

In molti casi il trattamento prosegue con l’applicazione di un bendaggio, oppure di una calza o di una guaina di compressione (in post-intervento di liposuzione agli arti o addominoplastica), allo scopo di evitare il reflusso dell’edema nel tessuto reso morbido dal linfodrenaggio.

terapie manuali

  • Mc Connell
    Mc Connell
  • Neurodinamica clinica
    Neurodinamica clinica
  • Mulligan concept
    Mulligan concept
  • Massaggio connettivale
    Massaggio connettivale
  • Massaggio sportivo
    Massaggio sportivo

dicono di noi

Domenico Pozzovivo
Domenico Pozzovivo

"Gli infortuni non dovrebbero mai capitare, ma nella vita dell'atleta bisogna fare i conti anche con loro. Una volta che ti capitano, [ ... ]

dicono di noiContinua...